Cari amici, una bruttissima notizia, ci ha lasciato l’amico Renato De Menech. Una preghiera per lui. Con lui se ne va anche un pezzo di storia UNCZA.

Renato è andato avanti, come dicono i suoi commilitoni, i suoi amati alpini. Ci ha lasciato il 2 di gennaio l’amico Renato De Menech, storico Vicepresidente di UNCZA. Di Feltre nel Bellunese, è stato un imprenditore importante nel settore della termoidraulica, dove ha operato fino al momento della pensione. Ma è stato anche un cultore appassionato di tante altre attività, declinate in una vita poliedrica e coinvolgente che lo hanno visto riconosciuto stimato partecipe della vita sociale della Comunità alpina, ben oltre i confini delle sue montagne bellunesi.

Penna nera dalla nascita, della Sezione ANA di Feltre, partecipe premuroso di ogni iniziativa e anima di ogni raduno. Appassionato della disciplina olimpica del tiro a volo come socio e consigliere del “Gruppo Monte Cauriol” dove, smessa la pedana attiva, ha avuto il compito come allenatore di seguire dai primi passi fino alle Olimpiadi di Atlanta 1996 la tiratrice olimpica di Mel, Debora Gelisio per anni ai vertici mondiali della specialità.

Feltrino della Piazzetta di Tortesen e come tutti gli appartenenti a quella zona della città è stato legato al Quartiere Port’Oria del famoso “Palio di Feltre” contribuendo a farlo crescere, con esperienza, lavoro e impegno, fino a vederlo vincere i XV ducati d’oro in più occasioni.

Ma la sua grande passione, la passione della vita, è sempre stata la natura e la montagna, che ha saputo raccontare, da valente fotografo naturalista, in numerose pubblicazioni. Profondo conoscitore della flora alpina e preparato botanico autodidatta ci aveva regalato pochi anni fa una monumentale opera di censimento e catalogazione fotografica dei fiori alpini: cinquecento immagini di pura poesia.

Appassionato cacciatore alpino, per anni Presidente della Federcaccia della provincia di Belluno, era socio di UNCZA dalla prim’ora, al cui interno si è sempre speso con passione per la divulgazione di una figura di cacciatore coniugato con la salvaguardia dell’ambiente. Dinamico organizzatore di importanti manifestazioni e convegni venatori fra cui, nel ricordo di tutti i soci, la 40° Assemblea UNCZA di Sappada (BL) e anima della storica “Fiera di Longarone”. In UNCZA Renato ha ricoperto ruoli di primo piano sia negli organismi dirigenziali che in quelli tecnici. E’ il fondatore e primo responsabile del “Circolo UNCZA Montagne Bellunesi” e soprattutto è stato per anni Vicepresidente UNCZA: dal 1998 al 2005 con la presidenza Masera e dal 2009 in poi con Flaim. De Menech era conosciuto e stimato anche nel mondo venatorio extra alpino di lingua tedesca e slovena essendo stato membro della Giunta Esecutiva di AGJSO, l’organizzazione che raccoglie le comunità venatorie delle Alpi centro orientali.

Renato ha raggiunto le praterie celesti, dove lo pensiamo a scarpinare con i suoi cani, doppietta in spalla e macchina fotografica a tracolla, come sempre, da lassù guardarci sorridente, con la pipa in bocca, e regalarci ancora i suoi preziosi consigli. Waidmannsheil Renato.

 
S. F.

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy