UNCZA e URCA

La storia è fatta anche di date importanti. Ebbene ci pare di poter affermare che il 27 ottobre 2006 sia, per i cacciatori delle Alpi e dell’Appennino, una data destinata ad essere ricordata con un sentimento di compiacimento e, diciamo pure, con un po’ di orgoglio. Quel giorno infatti è stato firmato un “protocollo d’intesa” fra UNCZA e URCA. Tale documento vuole esprimere non solo un’affinità di intenti e una convergenza di opinioni, ma un vero e proprio accordo basato sulla operatività. Due associazioni si uniscono per lavorare insieme, pur mantenendo la loro fisionomia e la loro autonomia.
La collaborazione ha prodotto varie iniziative culturali e scientifiche: mostre, convegni, pubblicazioni.

Saluto UNCZA ad Antonio Drovandi

I lavori del Consiglio UNCZA del 7 dicembre 2018 hanno ospitato una delegazione dell’URCA, la parallela associazione di cacciatori che opera in Appennino e con la quale UNCZA intrattiene da anni importanti momenti di collaborazione. Erano presenti il nuovo Presidente URCA Ezio Conti e Antonio Drovandi, storico Presidente URCA che proprio a Conti ha da poco lasciato la mano. Nell’incontro sono state ribadite le comuni finalità delle due associazioni gemelle, ripercorrendo quanto è stato fatto assieme nel tempo e delineando programmi futuri. L’incontro aveva comunque come scopo principale quello di salutare il neoeletto Presidente URCA ma soprattutto di porgere in maniera sentita i ringraziamenti di UNCZA ad Antonio Drovandi per la sua lunga militanza a capo di URCA, per i successi dalla stessa conseguiti negli anni, e per aver creduto e voluto, assieme al Presidente UNCZA Sandro Flaim, lo storico accordo di collaborazione fra le due associazioni, sottoscritto alla presenza dei rispettivi Consigli Nazionali il 27 ottobre 2006 a Modena. Un accordo che ha permesso la nascita di numerose iniziative comuni, soprattutto nel campo convegnistico e editoriale. Ad Antonio Drovandi, a ricordo della sua collaborazione, è stato fatto omaggio nel corso dell’incontro, da parte di UNCZA di un dipinto della pittrice Sabrina Loss raffigurante un animale simbolo del paesaggio alpino, il gallo cedrone. Al Presidente Conti UNCZA ha invece avuto il piacere di donare una copia del volume sulla storia di UNCZA “UNCZA cinquanta”.

Su questo sito web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai facoltà di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy